Noi....e gli arbitri. Gli Arbitri,,,, e noi

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
misterc22
00Wednesday, October 7, 2009 2:05 PM
Giudizi e valutazioni sugli arbitri che incontriamo il sabato e la domenica sui campi e visto che, sicuramente, qualche direttore di gara frequenta il nostro forum, giudizi e valutazioni sul comportamento degli allenatori e delle squadre che settimanalmente andate ad arbitrare.
misterc22
00Wednesday, October 7, 2009 2:09 PM
Un giudizio assolutamente positivo sull'arbitro Bottan di Roma 1, personalità, dialogo e preparazione fisica, devo raccontare inoltre che a seguito di una mancata segnalazione del guardalinee di parte, lo ha invitato a collaborare fattivamente dicendo di fidarsi di lui e della sua sportività.Gesto cui non siamo abituati.
giocatore
00Wednesday, October 7, 2009 2:30 PM
a mi te e gli arbitri???????????????????????????????
il moralizzatore
00Wednesday, October 7, 2009 2:43 PM
sono critico con la sezione di Aprilia. Ne ho trovati parecchi da 5 in pagella ultimamente
misterc22
00Wednesday, October 7, 2009 2:52 PM
cerchiamo di dare giudizi su ciò che vediamo e non sulle pagelle
spettatore
00Wednesday, October 7, 2009 9:17 PM
Re:
[POSTQUOTE][QUOTE:97806067=misterc22, 07/10/2009 14.52]cerchiamo di dare giudizi su ciò che vediamo e non sulle pagelle[/QUOTE][/POSTQUOTE]
lascia perdere le pagelle la tua speranza e'che ci sia sempre un bottan sul tuo cammino ruffiano del sistema....

misterc22
00Thursday, October 8, 2009 12:15 AM
Re: Re:
spettatore, 07/10/2009 21.17:


lascia perdere le pagelle la tua speranza e'che ci sia sempre un bottan sul tuo cammino ruffiano del sistema....





possibile che se uno esprime un giudizio positivo sia un ruffiano? non è più plausibile che abbia incontrato un bravo arbitro e perciò voglio fargli dei pubblici complimenti?

Comunque sì, spero di avere tutte le domeniche arbitri come Bottan
4x4lucy
00Tuesday, January 5, 2010 11:15 PM
L'arbitro che ha arbitrato la partita juniores elite ottavia-fidene.
merita secondo me 1....sputo x occhio!!!!!!Veramente un pupazzo in campo!!!!!
er-pomata
00Thursday, January 7, 2010 6:14 PM
Re:
4x4lucy, 05/01/2010 23.15:

L'arbitro che ha arbitrato la partita juniores elite ottavia-fidene.
merita secondo me 1....sputo x occhio!!!!!!Veramente un pupazzo in campo!!!!!



Lucy..mo te ce metti pure te!!!!ahahahaha!!!!
Te ricordi quel giorno che te so venuto a trovà...la partita prima della tua stavamo a vedè quella degli esordienti,ragazzi di 11/12 anni ed un ragazzo di questi dopo 40 mt.di corsa solitaria davanti ad un mini-portiere tutto solo con una porta regolamentare ha tirato addosso propio al portiere...ed il padre dietro di noi ha detto:porca miseria che te sei magnato...dai va bene uguale!!!!!....pochi minuti dopo l'arbitro vede un fuorigioco(che ad onor del vero non c'era)ed il solito padre dietro di noi...giù parolacce all'arbitro!!!...sono stati due sbagli non so dirti quale più grave,solo che le ingiurie sono state diverse!!!!....sono ragazzi ed hanno il diritto di sbagliare in modo che un domani capiscano l'errore per migliorarsi!!!...non se la piamo sempre con loro...ce pò stà!!!!!Bacioni!!!!
pifo
00Monday, April 19, 2010 2:33 PM
fa piacere che qualcuno la veda in maniera diversa...anche gli arbitri, soprattutto nelle categorie giovanili, sono in formazione e vanno aiutati. La personalità, il dialogo ..sono tutte cose che hanno bisogno di essere forgiate dall'esperienza.
Fausto(1)
00Sunday, September 5, 2010 7:11 PM
Re:
[POSTQUOTE][QUOTE:97804327=misterc22, 07/10/2009 14.05]Giudizi e valutazioni sugli arbitri che incontriamo il sabato e la domenica sui campi e visto che, sicuramente, qualche direttore di gara frequenta il nostro forum, giudizi e valutazioni sul comportamento degli allenatori e delle squadre che settimanalmente andate ad arbitrare.[/QUOTE][/POSTQUOTE]
======================================================================
Cava dei Selci-Ciampino 0-0

Dal sito della Pol.Ciampino

"Partita dai toni blandi e molto nervosa quella di Cava dè Selci, in cui i rossoblu colgono un punto che su un campo pessimo (terra) deve essere considerato buono.
Partiti con il 4-4-2, gli uomini di Branchini scendono in campo con Frattarelli, Lunghi, Curione, Gianni, Colaprete, Liberti, Scalisi, Calzone, Vettore, capitan Bernardi e Sina. In panchina De Angelis, Celani, Martiriggiano, Di Carlo, Guarano, D'Annessa e Ferraioli.
Poche le occasioni , la più ghiotta quella di Bernardi. Molto , il nervosismo: due rossi per il Cava dè Selci, uno a 20 minuti dalla fine, l'altro pochi minuti dopo, assieme a quello di Gianni, fino a quel momento uno dei migliori.
Una delle poche occasioni per loro è di Cortese, difensore centrale che per poco non segnava al primo minuto. Per il Ciampino entrano a 20 minuti dalla fine Guarano per Sina e a 10 minuti dal termine Martiriggiano per Calzone, ma i lampi in questa partita sono pochi , soltanto molto nervosismo e i giocatori del Cava che la mettono sul lato fisico. D'altronde, siamo in Promozione, e la differenza con l'Eccellenza si nota, eccome."
=======================================================
Al di la delle considerazioni sopra esposte sul sito del Ciampino, voglio dire la mia.
Si la partita è stata messa sul piano della vigoria fisica da parte dei ragazzi di casa,ma alla fine chi l'ha innervosita per me e 'stato l'arbitro,non coadiuvato dagli assistenti nei continui errori di valutazione.
Chi domani leggerà i resoconti dello scontro penserà che è stata una corrida ed invece c'è stata solo grande mancanza di personalità da parte del giovane direttore di gara.

Falli.
Ha iniziato-dal primo minuto-con valutazione dei falli che lasciavano intendere che non era in giornata:l'assegnazione dei fallo, ai numerosi spettatori presenti,spessissimo lasciava il dubbio dell'interpretazione.
I suoi collaboratori,in special modo "la signaorina"lato opposto alle tribune,segnalava un fallo favore di una squadra,l'arbitro indicava l'opposto e lei cambiava direzione-sistematica-con la bandierina.

Ammonizioni.
Poi le ammonizioni:la partita-derby,prima giornata di campionato,campo di gioco in terra per tutti i 22 atleti dove oggi era difficile "frenare",mi pare che si sia chiusa con 4/5 ammonizione per i pradroni di casa e 3? peril Ciampino.
Il tutto per una partita per nulla da "far west"ma solamente maschia in alcuni casi.

Espulsioni.
Termino con le espulsioni:per il n.10 di casa la prima è parsa straeccessiva e la poteva non comminare,subito dopo per un'entrata scorretta,da ammonizione,non lo ammoniva valutando la conseguente/dovuta espulsione(quindi ha sbagliato ancora più gravemente)mentre gli dava il secondo giallo per pallone allontanato contemporaneamente al suo fischio di interruzione.
La chicca finale,nell'ultimo minuto di recupero,doveva finire alle 12,51 a lle 12,56 ancora si giocava.Espelleva un altro atleta locale ed il n.4 del Ciampino per:entrata un pò scomposta del giocatore di casa sul centrale avversario che poi cercava di difendere la palla ostacolando con il corpo e le braccia aperte il proseguo dell'azione,conclusasi fuori campo.L'atleta di casa,è vero,scompostamente tentava di far poi abbassare le braccia all'avversario-ancora alte a protezione- con entrambe le mani,agitandole dall'alto verso il basso a mò di una manata.Immediato il rosso prima per il "padrone di casa"e poi per l'ospite estrerrefatto.
Stupore tra i presenti con molti addetti ai lavori.
Tra il pubblico qualche invito-eufemismo- all'arbitro ad avere più personalità nella gestione della partita e a essere molto ma molto meno scolastico nella valutazione dei falli.

Vediamo domani cosa scrivono e dicono gli "specilizzati" ma indipendentemente dalle considerazioni altrui il clima e l'animosità del e nel derby non è stato quello che si può dedurre dalla lettura degli ammoniti ed espulsi.

Non conosco il nome dell'arbitro che al rientro negli spogliatoi mi è parso leggermente "imbarazzato"forse avendo rivisto nel breve tragitto la "moviova mentale" e per essersi reso conto delle cattiverie nella sua direzione.

A scanso di equivoci:l'arbitro deve essere severo ed imparziale ma non impreparato perchè non riesce più ad essere imparziale.

Comunque siamo solo alla prima di campionato e molti arbitri sono giovani e bisogna dare loro tempo per migliorare.
Anche al sig.arbitro visto da me oggi.
er-pomata
00Sunday, September 19, 2010 8:57 PM
..se guardate i miei pensieri sugli Arbitri,troverete sempre delle note positive....ma oggi devo dire ciò che si è visto in Ceccano-TBM...l'assistente di linea non segnalava un fuorigioco di circa 15 mt(ovviamente poi scaturito in goal)...15 mt veri non tanto per dire,dove la stessa(una ragazza)non era mai in linea con il gioco,per la sua difficoltà di corsa.Ora mi domando come si fa a designare una "assistente di linea" del genere,quando già è risaputo che un atleta maschio,corre molto più forte di un atleta femmina!!!!!!...poi l'errore dell'arbitro è stato nell'avvallare la scelta tecnica dell'assistente,anche se ha capito che non rispondeva a vero!!!!
Un arbitro che difende un suo collega fa bene ma nel caso specifico non andrà mai a migliorarsi,poichè in questo caso era lui che doveva salire in cattedra e decidere secondo quello che aveva visto!!!!
Spero che qualcuno legga questo mio pensiero,e prenda provvedimenti per evitare che alcune società vengano favorite ed altre danneggiate!!!!
Sempre e comunque un in bocca al lupo a tutto il settore,con la speranza che una volta per tutte questo lupo crepi!!!!!!
FAUSTO(1)
00Monday, September 20, 2010 12:02 PM
Re:
er-pomata, 19/09/2010 20.57:

..se guardate i miei pensieri sugli Arbitri,troverete sempre delle note positive....ma oggi devo dire ciò che si è visto in Ceccano-TBM...l'assistente di linea non segnalava un fuorigioco di circa 15 mt(ovviamente poi scaturito in goal)...15 mt veri non tanto per dire,dove la stessa(una ragazza)non era mai in linea con il gioco,per la sua difficoltà di corsa.Ora mi domando come si fa a designare una "assistente di linea" del genere,quando già è risaputo che un atleta maschio,corre molto più forte di un atleta femmina!!!!!!...poi l'errore dell'arbitro è stato nell'avvallare la scelta tecnica dell'assistente,anche se ha capito che non rispondeva a vero!!!!
Un arbitro che difende un suo collega fa bene ma nel caso specifico non andrà mai a migliorarsi,poichè in questo caso era lui che doveva salire in cattedra e decidere secondo quello che aveva visto!!!!
Spero che qualcuno legga questo mio pensiero,e prenda provvedimenti per evitare che alcune società vengano favorite ed altre danneggiate!!!!
Sempre e comunque un in bocca al lupo a tutto il settore,con la speranza che una volta per tutte questo lupo crepi!!!!!!


======================================================================
Grande Pomata
solo uno come me ti può capire perchè abbiamo il coraggio materiale di dire le cose(sbagli degli arbitri) come stanno al "momento"(cioè a caldo),che rispondono sempre alla verità e non dopo.
Tutti gli amanti del pallone-specialmente gli addetti- hanno,giustamente,paura di dare addosso alle giacchette nere per eventuali"ritorsioni"degli organi competenti e allora dimenticano gli sforzi che tutti fanno per il quieto vivere.
Solo a fine anno quando la retrocessione o la mancata vittoria finale si sta concretizzando allora ecco che tutti ricordano.....

Ieri per la seconda volta ho avuto la fortuna di stare per caso vicino ad un "valutatore"o forse due dell'arbitro.

Ebbene mi sono morso la lingua per non dargli contro in loro presenza(in fin dei conti sono ragazzi),ascoltando con un fare indifferente il bisbigliare dei due sull'operato,fino a quando non facendocela più ho dato fiato al "cervello"che mi diceva di urlare solo "daltonico"a quel signore che ad arte ha fermato due azioni,con possibili sviluppi favorevoli(attaccante contro portiere),per assegnare la punizione senza concedere la regola del vantaggio.
Tralascio altre imperfezioni nel durante ma una volta persa la voce le facevo notare tutte-con educazione-a chi di dovere li vicino.
Non ottenevo risposta,giustamente,ma uno sguardo ammiccante si e la diceva molto lunga.

Tieni conto che la squadra ospite perdeva 1-0 e dopo tali episodi riusciva a pareggiare con un tiro da lunga distanza a spiovere che si insaccava all'incrocio dei pali e non poteva essere "intralciato"da nessuno.

Ribadisco ancora una volta:senza arbitri non si può giocare.

Per diventare bravi bisogna arbitrare molto,prima si inizia prima si migliora.
Tutti possono sbagliare,prima sbagliano prima migliorano.
Per crescere bisogna imbattersi nelle difficoltà ma la "scuola guida"è un'altra cosa.
Se hanno la patente e tutte le domeniche intruppano c'è qualcosa che non va.

Comunque il movimento deve essere senza dubbio aiutato ed accompagnato ma a volte si complicano la vita da soli.

Ricordo a chi di dovere nel forum che il mio non è un vedere complotti o fax simili ma come Pomata portare a conoscenza i vari "ostacoli"che, domenicalmente, le squadre per cui teniamo incontrano.

A Pomà ma a noi ce mettono sempre l'ostacoli davanti,l'altri non sanno nemmeno che so'.

Alla prossima domenica.


er-pomata
00Monday, September 20, 2010 8:06 PM
Re: Re:
FAUSTO(1), 20/09/2010 12.02:


======================================================================
....Fausto,forse mi sono spiegato male!!...io non sto recriminando niente tantomeno l'operato della terna,anche perchè una volta ho arbitrato una partita amichevole e giuro c'era un fallo di mano evidentissimo che solo io non ho visto!!!!...ma io non lo faccio ne per hobby ne per mestiere!!!!
Quando un ragazzo/a intraprende una carriera così importante e sempre sotto osservazione,un minimo,ripeto un minimo di allenamento lo deve avere,anche perchè si deve misurare con coetanei che si allenano 4/5 volte a settimana...e se non lo fai anche tu arbitro od assistente che sia,stai fuori gioco!!!!
Ecco cosa è succeso alla ragazza,(abbastanza in salute,che ha sbagliato una valutazione di fuori gioco di 15 mt. veri perchè in grave ritardo sulla corsa con seguente segnatura) assistente di linea di Domenica a Ceccano,tutto quì...il resto ci stà tutto!!!!!!
Fausto(19
00Monday, September 20, 2010 11:42 PM
Re: Re: Re:
[POSTQUOTE][QUOTE:106326787=er-pomata, 20/09/2010 20.06][POSTQUOTE][QUOTE:106313379=FAUSTO(1), 20/09/2010 12.02]
======================================================================
....Fausto,forse mi sono spiegato male!!...io non sto recriminando niente tantomeno l'operato della terna,anche perchè una volta ho arbitrato una partita amichevole e giuro c'era un fallo di mano evidentissimo che solo io non ho visto!!!!...ma io non lo faccio ne per hobby ne per mestiere!!!!
Quando un ragazzo/a intraprende una carriera così importante e sempre sotto osservazione,un minimo,ripeto un minimo di allenamento lo deve avere,anche perchè si deve misurare con coetanei che si allenano 4/5 volte a settimana...e se non lo fai anche tu arbitro od assistente che sia,stai fuori gioco!!!!
Ecco cosa è succeso alla ragazza,(abbastanza in salute,che ha sbagliato una valutazione di fuori gioco di 15 mt. veri perchè in grave ritardo sulla corsa con seguente segnatura) assistente di linea di Domenica a Ceccano,tutto quì...il resto ci stà tutto!!!!!![/QUOTE][/POSTQUOTE]
======================================================================
No no
te sei spiegato molto bene.
Il problema è che ..."il resto ci sta'tutto"nu pò annà sempre e solo da na parte.
Per me quindi :il resto non ci può sempre stare tutto.
Poi che centra se piamo,o meglio subiamo,tutto.
Così è così sarà sempre.
Bonanotte.

Fausto(1)
00Monday, March 7, 2011 11:05 AM
Re: Re:
[POSTQUOTE][QUOTE:106313379=FAUSTO(1), 20/09/2010 12.02]
======================================================================
Grande Pomata
solo uno come me ti può capire perchè abbiamo il coraggio materiale di dire le cose(sbagli degli arbitri) come stanno al "momento"(cioè a caldo),che rispondono sempre alla verità e non dopo.
Tutti gli amanti del pallone-specialmente gli addetti- hanno,giustamente,paura di dare addosso alle giacchette nere per eventuali"ritorsioni"degli organi competenti e allora dimenticano gli sforzi che tutti fanno per il quieto vivere.
Solo a fine anno quando la retrocessione o la mancata vittoria finale si sta concretizzando allora ecco che tutti ricordano.....

Ieri per la seconda volta ho avuto la fortuna di stare per caso vicino ad un "valutatore"o forse due dell'arbitro.

Ebbene mi sono morso la lingua per non dargli contro in loro presenza(in fin dei conti sono ragazzi),ascoltando con un fare indifferente il bisbigliare dei due sull'operato,fino a quando non facendocela più ho dato fiato al "cervello"che mi diceva di urlare solo "daltonico"a quel signore che ad arte ha fermato due azioni,con possibili sviluppi favorevoli(attaccante contro portiere),per assegnare la punizione senza concedere la regola del vantaggio.
Tralascio altre imperfezioni nel durante ma una volta persa la voce le facevo notare tutte-con educazione-a chi di dovere li vicino.
Non ottenevo risposta,giustamente,ma uno sguardo ammiccante si e la diceva molto lunga.

Tieni conto che la squadra ospite perdeva 1-0 e dopo tali episodi riusciva a pareggiare con un tiro da lunga distanza a spiovere che si insaccava all'incrocio dei pali e non poteva essere "intralciato"da nessuno.

Ribadisco ancora una volta:senza arbitri non si può giocare.

Per diventare bravi bisogna arbitrare molto,prima si inizia prima si migliora.
Tutti possono sbagliare,prima sbagliano prima migliorano.
Per crescere bisogna imbattersi nelle difficoltà ma la "scuola guida"è un'altra cosa.
Se hanno la patente e tutte le domeniche intruppano c'è qualcosa che non va.

Comunque il movimento deve essere senza dubbio aiutato ed accompagnato ma a volte si complicano la vita da soli.

Ricordo a chi di dovere nel forum che il mio non è un vedere complotti o fax simili ma come Pomata portare a conoscenza i vari "ostacoli"che, domenicalmente, le squadre per cui teniamo incontrano.

A Pomà ma a noi ce mettono sempre l'ostacoli davanti,l'altri non sanno nemmeno che so'.

Alla prossima domenica.


[/QUOTE][/POSTQUOTE]
======================================================================

05/03/2011 22.46 Modifica


Cancella


Quota

IP: Nascosto

--------------------------------------------------------------------------------

Re: Re: ARROGANTI O INCAPACI
[POSTQUOTE][QUOTE:109845370=FAUSTO(1), 05/03/2011 19.10]


Riprendo un discorso,per me molto "stuzzicante",già affrontato con gli amici del forun nel passato.
La miccia che ha riacceso la mia fantasia è stata la subdola prestazione offerta dall'arbitro e dal suo collaboratore-lato panchine-nella partita del 27.2 u.s.Palombara-Monterotondo Scalo 0-1 e quanto poi riportato sull'ultimo C.U.di giovedì u.s.

Vado subito al dunque.

La partita sulla carta aveva il favorito netto.
Il Monterotondo Scalo aveva il pronostico dalla sua per classifica,caratura tecnica e carriera dei giocatori.
La partita dopo due pali iniziali degli ospiti pur evidenziando una supremazia tattica degli stessi,si equivaleva fino all'improvvisa assegnazione di un rigore a favore del Palombara che veniva sbagliato ed uno-sulla ripartenza-agli ospiti,che realizzavano.
Dalla tribuna l'arbitro sembrava tener in pugno la partita con estrema naturalezza,disinvoltura e le giuste ammonizioni.
Poi c'è stato-improvvisamente-"un qualcosa"che ha innervosito i calciatori di casa e che ha portato alle seguenti sanzioni:

A)Ammenda di € 300,00 perchè a fine gara ,all'esterno

B).....squalifica per 4 gare effettive

espulso per aver rivolto ad un assistente arbitrale espressioni
offensive,

C)Fioravanti Gianluigi
squalifica per 2 gare effettive(espulso dalla
panchina).

D)non espulso-

squalifica per 2 gare effettive
perchè,a fine gara,mentre un assistente arbitrale lasciava
l'impianto sportivo gli rivolgeva gravi espressioni offensive e
minacciose.

E)1)-2)-3)
squalifica per una gara effettiva per recidività in ammonizione
(IV infr.)

F)1)non espulso-
2)non espulso-
squalifica per 2 gare effettive

per aver rivolto ad un assistente arbitrale espressioni offensive
a fine gara.

N.B:le squalifiche relative a F) sono comparse sul comunicato del CRL
n.110 del 03-03 u.s.,per un refuso tipografico,invece che su quello 107 del 24.02.2011"
============================



Leggendo quanto sopra,chi segue e non un pò il calcio nostrano può pensare ad una partita con il coltello tra i denti-da parte dei giocatori di casa-degenerata nei confronti della terna per decisioni abnormi su azioni di gioco.
Ed invece niente di tutto questo.

L'arbitro,ribadisco secondo il mio punto di vista,ha"tenuto in pugno"la partita, poi però ..........

E qui veniamo alla "miccia"che mi ha fatto ritornare indietro nel tempo,rispolverare e rileggere quanto precede con grande interesse.

Al di là delle ammonizioni di gioco(squalifiche per recidività) non riuscivo a capacitarmi del perchè sia le espulsioni che le sanzioni post partita avessero come riferimento un"assistente arbitrale"lato panchina.

A)Ammenda di € 300 ....perchè persona riconducibile alla società...

Riconducibile alla società?come iscritto,come tifoso o come tifoso
avverario che vuol far del male all'avversario?
Indossare una tuta con l'insegna di una società riconduce alla
stessa?
Meglio lasciar stare, si sconfina in terreno ben coltivato
per avvocati e pagare la multa.

B)squalifica di 4 giornate.

C'è un'azione al limite dell'area dei padroni di casa con
intervento del giocatore poi sanzionato,che all'improvviso sembra
essere stato punto da un insetto per il modo nervoso della reazione
e andando inviperito e gesticolando verso l'arbitro
chiede :"arbitro ha sentito cosa m'ha detto il
guardaline(espressioni proprio non gentili).
Immediata la reazione del
direttore di gara che risponde al tesserato"a te intanto ti posso
ammonire ed espellere, a lui non posso fargli niente e me lo tengo".

C)squalifica di 2 giornate.
per proteste nei confronti dell'arbitro (per decisione
avversa:azione nei pressi della panchina con pallone uscito e
conteso e/o punizione contro).

D)squalifica di 2 giornate.
In uno scambio di "opinioni"come tante durante una
partita l'assistente si permetteva di andare oltre le righe e
minacciava il portiere
dicendogli che poi l'avrebbe aspettato all'uscita del campo.
Minaccia che il giocatore,sbagliando, non lasciava cadere
nel vuoto,aspettava lo stesso all'uscita e chiedeva spiegazioni di
tale comportamento.

F)squalifica di 2 giornate.
1)contrariato si, mai maleducato nei confronti del guardaline.
Durante della partita collaborava/colloquiava con l'arbitro
cercando di fargli capire che il comportamento "poco consono e
fuori delle righe" del collaboratore non era proprio dei migliori
e che se si verificava su un "campo più caldo" poteva esasperare
gli animi dei calciatori e minare il regolare svolgimento della
partita.

2)contrariato si(non ho altre "notizie"in merito).


Fin qui per far capire come certe situazioni assumono aspetti non rispondenti alla verità.
E' certo che il calciatore in campo deve il rispetto alla terna e mai oltrepassare i limiti di un comportamento/contradittorio civile.
Quando il limite và oltre è sempre lui che paga e deve scontare le squalifiche.
Si può obiettare che anche il direttore di gara viene "sospeso",che equivale ad una squalifica,ma il danno prodotto rimane e non viene ripagato da nessuno.

[DIM=10pt][DIM=18pt]Per me nella fattispecie oltre al danno si aggiunge anche la beffa.
Udite udite[/DIM].

Se non vado errato e la memoria non mi inganna il collaboratore dell'arbitro in questione è stato da me già visto all'opera in quel di Poggio Catino,sul quale confermo quanto già detto con mia email del 22.12.2008 ore 1.17 ved.sopra e se è lo stesso ha continuato ad offendere in campo salvaguardato da una bandierina gialla .[/DIM]
Ed allora mi chiedo:ma ai responsabili del Comitato è noto il comportamento tracotente e strafottente di questo "signore"che la domenica per il suo comportamento da "coatto" corre il rischio di far compromettere ragazzi che mai immaginerebbero di trovarsi di fronte un "giudice imparziale"con tali comportamenti?

Il lupo perde il pelo ma non il vizio.

Abbiamo scritto abbastanza a suo tempo e ci siamo espressi(vedi sopra)sempre in maniera civilissima per capire il perchè di certe problematiche che affliggono gli arbitri e i collaboratori.

Ma dopo quanto verificatosi nella partita Palombara-Monterotondo Scalo penso che anche i Responsabili debbano chiedersi

1)perchè certe situazioni si ripetono nella stessa maniera e sempre a discapito di società sane che hanno solo la colpa di voler "partecipare",mai alzando la voce per difendere la propria dignità che dovrebbe essere riconosciuta a tutti a prescindere dal blasone

2)quante colpe ricadono su di loro perchè si ripetono situazioni che sembrano non conoscere.
Per lo spirito che li anima dovrebbero,avendone i mezzi,"tagliare"collaboratori non all'altezza che screditano la categoria.
Infatti non posso credere che nessun dirigente di squadra che si è "scontrato" con quel collaboratore dell'arbitro e subito la sua "cattiveria lungo linea"non abbia fatto presente la tracotanza,l'arroganza ed il comportamento coatto.
Se sta ancora al suo posto è perchè qualcuno,malgrado tutto,lo tiene e continua a fargli incassare il rimborso a discapito di qualche bravo ragazzo che scalpita,che sicuramente sarà più educato,meno coatto e forse più bravo.

Tutte le mie"considerazioni"valgono lo stesso anche se non si tratta dello stesso già a suo tempo "ammirato"a Poggio Catino.

Chiudo chiedendo un parere a chi sa e tra questi mi piacerebbe che intervenisse anche il buon Pierluigi47.
Per un refuso tipografico non sono state comunicate le sanzioni a carico di due calciatori del Palombara.
La domenica successiva uno dei due ha giocato perdendo a Poggio Mirteto per 3-1 conto la Sabina.
Chiedo:se il Palombara avesse vinto era tutto regolare?qualche bravo in burocrazia avrebbe potuto impugnare il tutto?
La domanda mi sorge spontanea perchè non ho mai fatto mente locale ad analoga situazione e pertanto ignoro completamente l'argomento anche se penso che la validità della sanzione vada in essere dal momento della comunicazione.
Ma se fosse stata comminata una sanzione a tempo e già scaduto(improbabile)?

Certo addossare la colpa ad un refuso tipografico nell'era dei computer ...........
e poi
perchè il CRL non evidenzia il"refuso"all'inizio di ciò che riguarda la categoria attinente invece di riportarlo nella penultima pagina del comunicato stesso dopo tutte le categorie e tutto ciò che potrebbe anche non riguardare chi invece deve sapere del refuso?
Posso leggere le sanzioni della mia categoria e tralasciare quelle che non mi riguardano o invece i refusi è prassi riportarli alla fine costringendo tutti a leggere il comunicato per intero?

Resto in attesa.
[/QUOTE][/POSTQUOTE]
======================================================================

Domani di 8 squalificati ne rientrano solo 3 in un incontro importantissimo per la classifica di entrambe.

Speriamo che la terna composta da Centi Matteo- Viterbo(arbitro)
Braccini Alessandro- Viterbo(assistente n.1)e Emanuele Francesco- Ciampino(assistente n.2)dimostri la propria forma arbitrando bene per tutti.

======================================================================Nulla da eccepire sulla terna,anzi l'arbitro in occasione del secondo cartellino giallo ad un locale ha aspettato anche troppo, sopportando più del solito la lingua lunga dell'atleta.

Sul primo gol degli avversari c'è stata una piccola reazione del portiere su un qualcosa che non sarebbe andato ma tanto..... visto poi come è andata la partita.
La squadra di casa,dal comportamento esmplare come del resto anche in tutte le altre partite,ha risentito eccome delle assenze e della situazione psicologica creatasi dopo lo"scontro"con il collaboratore dell'arbitro nell'incontro con il Monterotondo Scalo.
Non è che prima stesse meglio però....
Certo poi c'ha messo del suo regalando la partita, e forse la permanenza nella categoria che in queste condizioni è difficile anche difendere con gli spareggi,all'avverasrio che invece può ancora sperare di evitare la retrocessione diretta.

Comunque mia aspetto sempre di rivedere,quantomeno, quello spirito mostrato sia contro la Lodigiani che contro il Montecelio,dove pur soccombendo sul piano tattico e tecnico,ha permesso al Palombara di riportare due vittorie grazie determinazione e...fortuna.
Fausto(1)
00Tuesday, November 1, 2011 11:05 PM
Re:
[POSTQUOTE][QUOTE:97804327=misterc22, 07/10/2009 14.05]Giudizi e valutazioni sugli arbitri che incontriamo il sabato e la domenica sui campi e visto che, sicuramente, qualche direttore di gara frequenta il nostro forum, giudizi e valutazioni sul comportamento degli allenatori e delle squadre che settimanalmente andate ad arbitrare.[/QUOTE][/POSTQUOTE]

======================================================================
Stadio Comunale "Torlonia"
Palombara-Cre.Cas 3-0

Arbitro:Sig.Giangregorio di Latina
Assistenti:Sig.Darini di Cassino e Sig.Madeddu di Latina.

Di fronte ad un pubblico delle grandi occasioni si è svolto un derby molto sentito sia in campo che sugli spalti.

Alla fine l'arbitro se l'è cavata nel migliore dei modi usando sempre lo stesso metro di valutazione non facendosi intimorire dall'ambiente.
Per raggiungere l'obiettivo non ha lesinato cartellini:ben 8 gialli-5 Palombara e 3 Cre.Cas-,uno rosso-Palombara-ed allontanato il mister del Palombara per essere uscito-ad onor del vero più di una volta-dalla sua "zona".
Per tutta la partita ha mostrato personalità e capacità.
Buona la corsa e la vicinanza all'azione al momento dei falli.

I provvedimenti sono stati assunti tutti dal "fischietto"senza l'aiuto degli assistenti che hanno-invece-avuto il loro bravo da fare sugli improvvisi allunghi delle squadre e relativi possibili fuori e non fuori gioco.

Molto"umano"mi è parso quando ha commesso l'unico errore nei 90 minuti:su un capovolgimento repentino del Palombara fischia a favore della stessa squadra una punizione senza valutare "il vantaggio".
Resosi conto immediatamente dello sbaglio fatto, ha alzato subito le braccia,chiesto scusa e ricevuto applausi per l'ammissione.
Fausto(1)
00Monday, November 7, 2011 10:31 PM
[POSTQUOTE][QUOTE:97804327=misterc22, 07/10/2009 14.05]Giudizi e valutazioni sugli arbitri che incontriamo il sabato e la domenica sui campi e visto che, sicuramente, qualche direttore di gara frequenta il nostro forum, giudizi e valutazioni sul comportamento degli allenatori e delle squadre che settimanalmente andate ad arbitrare.[/QUOTE][/POSTQUOTE]
======================================================================

Dal sito dell'Atletico Vescovio:

"""
ATLETICO VESCOVIO-PALOMBARA 1-1.

MA IL PARI VA STRETTO ALL´ATLETICO
06-11-2011 19:13
Con un´altra prova di grande orgoglio, l´Atletico Vescovio ha ripreso nel finale una partita che sembrava stregata: nonostante il dominio assoluto del gioco e una pressione costante che ha creato diverse nitide palle gol, fino a quattro minuti dalla fine l´Atletico si ritrovava incredibilmente sotto di un gol.
Ci ha pensato poi SS10, con un magistrale calcio di punizione finito sotto l´incrocio dei pali, a rimettere la situazione in parità, ma il risultato finale di 1-1 non rende assolutamente giustizia a quanto visto in campo e sta stretto, anzi strettissimo, ai biancorossi padroni di casa.

Gli ospiti, scesi al Campo Montesacro forti della terza posizione in classifica, si sono ritrovati casualmente in vantaggio su una delle rare sortite offensive del match quando Madonna, ripiegando verso la propria porta, è entrato in rotta di collisione con un attaccante avversario provocandone la caduta: nonostante il contatto lieve e fortuito, giusto il calcio di rigore assegnato da Paolini di Ostia Lido in virtù della regola del danno procurato. Dal dischetto ha trasformato con freddezza Serini che ha spiazzato Muzzopappa per lo 0-1 del Palombara al 25´ della prima frazione di gioco. La reazione dei biancorossi, oggi in campo con la divisa blu, ha creato subito due occasioni importanti per agguantare il pari: sulla prima Beha è riuscito a calciare in anticipo sull´uscita del portiere, ma la palla è finita di pochissimo a lato, mentre sulla seconda Plez è stato steso platealmente in area di rigore proprio mentre era sul punto di battere a rete dagli otto metri. Sarebbe stato un rigore grande come una casa, con susseguente espulsione a danno del Palombara in quanto quella di Plez era una chiarissima occasione da gol, ma l´arbitro Paolini ha preferito incredibilmente sorvolare facendo proseguire il gioco tra la rabbia comprensibile del pubblico di casa.
Peggio avrebbe fatto l´arbitro lidense nella ripresa, prima permettendo al Palombara di fermare continuamente il gioco ad ogni minimo contatto fisico, spezzettando dunque continuamente l´azione e il tentativo di rimonta dell´Atletico, poi andando ad espellere dalla panchina sia il solitamente inappuntabile DS Di Tosto, che poco dopo il preparatore atletico Alviti. Forte di un carattere che è ormai un marchio di fabbrica, però, i padroni di casa non si sono minimamente scomposti e hanno continuato a fare la propria partita, tenendo sotto pressione costante la porta difesa da Cola e creando diverse occasioni favorevolissime. Sul portiere del Palombara, poi espulso nel finale per aver addirittura sputato ad alcuni sostenitori biancorossi, è il caso di spendere due parole: non è assolutamente ammissibile che in un Campionato di Promozione un giocatore si metta a litigare con il pubblico di casa. Tornando al racconto della gara, prima Beha ha avuto tra i piedi la palla del pareggio ma a tu per tu col portiere non è riuscito a concludere, poi una proiezione offensiva di Varamo imbeccato splendidamente da Somma ha portato il terzino fuori quota tutto solo davanti all´estremo difensore avversario, ma ancora una volta la grande chance non è stata concretizzata per la disperazione di giocatori e tifosi dell´Atletico. La maledizione sembrava venire confermata poi dalla splendida conclusione di SS10, che dai 25 metri è stato bravissimo a saltare in dribbling un difensore e a sferrare un destro a giro che si è schiantato sull´incrocio dei pali con il portiere immobile. Finalmente però, nei palpitanti minuti finali, dalla sua mattonella sempre Servello ha scagliato la palla in fondo al sacco con una bellissima parabola imprendibile per Cola. Nel recupero lo sforzo dei padroni di casa di mettere le mani sulla posta piena ha lasciato spazio al Palombara per un contropiede letale, ma nell´occasione il superlativo Muzzopappa è stato bravissimo a parare in uscita sull´attaccante avversario, che ha poi visto ribattersi la seconda conclusione da un grandissimo salvataggio di testa sulla linea di Varamo. Visto quanto prodotto in campo dalle due squadre è già una beffa non aver colto i tre punti, perdere poi sarebbe stato assurdo. Tra le fila dell´Atletico, oltre al solito Servello, da segnalare la straordinaria prestazione di Ciampini, un leone al centro della difesa. Si riparte con il quinto risultato utile consecutivo tra campionato e coppa e un calendario che nella seconda metà del girone di andata sembra sorridere ai biancorossi: AVANTI ATLETICO!!!

ATLETICO: Muzzopappa, Varamo, Madonna (34´st Sega), Pisa Di Monterosa, Ciampini, Occhigrossi, Plez (17´st De Rosa), Iacobellis (1´st Somma), Roca, Servello, Beha. A disp. Antonelli, Gorgerino, Alivernini, Greco. All. Pansa
PALOMBARA: Cola, Bernasconi F., Savelli, Gianni, Mezzanotte, Passa, Pasquarelli (42´´st Fioravanti), Di Nunzio, Serini, Taddei (22´st Alessandrini), Piselli (27´st Uccellini). A disp. Cianca, Bernasconi E.,Bernardi, Fortini.
MARCATORI; 25´pt Serini (rig); 41´st Servello.
Arbitro: Paolini di Ostia Lido. Assistenti: Bellantoni di Roma 2, Todisco di Ciampino."""
======================================================================
Nel leggere la cronaca della partita, nel massimo rispetto delle idee di ciascuno,avendo assistito alla stessa e non essendo del tutto d'accordo con l'estensore del"pezzo"voglio fare alcune considerazioni.
Prima,però,faccio una premessa:
--nel calcio esiste la svista dell'arbitro e quella dei collaboratori;
--la partita la vince chi segna un gol più dell'avversario;
--conta molto saper attaccare e ma anche sapersi difendere;
--conta molto la scaltrezza dei giocatori;
--i portiere stanno in porta per parare;
--esiste da parte dei tifosi l'amore per la propria squadra-tifo;
--esistono modi diversi di riconoscere meriti e demeriti propri ed altrui.



Entro nel merito.

1)Arbitro,sig.Paolini di Ostia,e collaboratori,non molto in forma.

**Ha fatto bene a concedere il rigore a favore del Palombara perchè la spinta in area-ingenua-c'è stata.

**Ha sbagliato a non valutare,non colloquiando con il collaboratore per l'assegnazione o meno del penalty,la volontarietà o involontarietà della scivolata di un difensore contro un'attaccante della squadra di casa-ch'era comunque un pò defilato sulla destra ma dentro l'area e davanti al guardaline.
Evidentemente ha valutato per l'involontarietà suffragata dalla mancata segnalazione del collaboratore.
La sensazione era più per il rigore.

**Ha sbagliato nel secondo tempo quando non ha fischiato un macroscopico fuorigiogo di due-dico due- attaccanti di casa che non hanno concretizzato-parata del portiere-il possibile 1-1 sulla mancata segnalazione del collaboratore lato spogliatoio.

**Ha sbagliato,forse,dico forse,nel lasciar correre un pò troppo la "grinta"del giovane Passa del Palombara-leale sia quando le dà sia quando le prende, motore inarrestabile a centrocampo che gioca,senza mai fermarsi,tutti i palloni con vigoria-che ha alzato la tensione a centrocampo.Ha riversato,poi,la sua attenzione ad altri pseudo-cattivi,sicuramente meno "colpevoli",ammonendoli.

**Non è stato molto attento alle"frizioni"createsi in mezzo al campo ed ai conseguenti falli.Spesso per sincerarsi delle condizioni degli atleti "toccati"dall'avversario ha interrotto il gioco con ritardo.Nelle tardive ed a volte errate valutazioni dei falli non è stato molto aiutato dai collaboratori,che sempre si sono-però- trovati nelle vicinanze dei medesimi e/o presunti tali.

Gioco:

**La supremazia territoriale è stata della squadra di casa che non è mai riuscita,però,a concretizzare i tantissimi cros per la testa delle proprie e numerose altissime torri solo,e quasi escusivamente, per il gran merito della difesa ospite che ha controbattuto ogni assalto e non ha mai mollato.
La maggiore prestanza fisica dei giocatori di casa non ha influito come sperato.

**La migliore incisività spetta però alla squadra del Palombara che per proprie colpe non è stata cinica come avrebbe dovuto nello sfruttare le occasione capitategli.

Per la cronaca:

A)Sull'1-0 Serini dopo aver scartato e superato il portiere ed appoggiare immediatamente in rete per il 2-0 ha cercato la giravolta facendo rientrare il difensore che ribatteva;

B)sull'1-1 Serini,a tempo pressochè scaduto e dopo l'espulsione del portiere senza possibilità di sostituzione, solo davanti al n.1 di casa si faceva ribattere il tiro dallo stesso che ripreso veniva respinto sulla linea da un difensore.
**Il pareggio è avvenuto per una magistrale punizione-concessa dal limite dell'area è nata per una grossa ingenuità di un giocatore del Palombara che per ritorsione ad un fallo subito in area Vescovio rinculava e scalciava intenzionalmente un avversario- battuta da Servello che dopo non averne indovinate molte ha tolto la famosa ragnatela dall'incrocio dei pali e trovato il pareggio.


Tifo:
il tifo è tifo e basta.
Chi stà in campo deve far finta di niente e prendersi tutti i "complimenti" del pubblioc avverso.
Tanto una volta tocca a me una volta tocca a te.
Ad una partita giocata fuori casa ne corrisponde un'altra giocata in casa.

Un poriere-quello del Palombara-che sta vincendo e si mette a "beccarsi" con chi sta dietro la porta-a due/tre metri dalla rete- non sta nè in cielo nè in terra e dopo aver subito il gol del pareggio lascia la propria squadra in inferiorità numerica senza possibilità di cambio-esauriti-merita un bel confronto con l'allenatore.
Solo la "tigna"dei compagni non ha permesso all'Atletico nel restante tempo di fare nemmeno un tiro in porta al "sostituto"non portiere e perdere la partita.Anzi in quei frangenti il Palombara è stato sul punto di tornare in vantaggio.


Il tifo è tifo e basta.
Però non è bello andare a vedere una partita in qualità di ospite e vedere affisso uno striscione-generico-poco ospitale ma non ostile.


La partita è stata tutt'altro che noiosa.
Anzi.
L'Atletico Vescovio ha avuto la supremazia territoriale ma chi ha rischiato più di vincere è stata la squadra ospite.
Nel Palombara la difesa ha qualche merito in più rispetto al resto della squadra perchè è capitolata solo di fronte ad una super punizione senza la quale avrebbe sicuramente contribuito alla vittoria.Per quanto fatto vedere il Vescovio non l'avrebbe mai superata ed i 3 punti sono sfuggiti come raccontato ma senza soffrire oltre il lecito.

Ho avuto la possibilità di confrontare le mie impressioni con qualche tifoso del Vescovio.
Sostanzialmente "non vedevano bene la terna", che non aveva concesso loro un rigore,che aveva fatto correre al Palombara un grosso rischio non arrestando il gioco per il fuori gioco dei due avversari,che aveva sorvolato un pò nei confronti del n.6 ospite(Passa),che tutto sommato alla supremazia territoriale del Vescovio avevano fatto riscontro le due occasionissime degli ospiti che,senza le indecisioni di Serini e la bravura del difensore e del portiere di casa, avrebbero potuto portar via l'intera posta in palio.
Hanno riconosciuto,inoltre,la semplicità del Palombara nel riuscire con quattro passaggi ad arrivare sotto porta del Vescovio al contrario della più macchinosa manovra della squadra di casa.

Alla fine un pareggio che scontenta tutti perchè entrambe le squadre erano convinte che la vittoria fosse il giusto premio alla prestazione.

Per finire rispetto al 100% il "pensiero" dell'articolo ma sostanzialmente dissento quasi in toto perchè alla fine se avesse vinto la squadra ospite non aveva rubato niente.
Fausto(1)
00Tuesday, November 8, 2011 3:36 PM
Re:
[POSTQUOTE][QUOTE:114160013=Fausto(1), 07/11/2011 22.31]
======================================================================

Dal sito dell'Atletico Vescovio:

"""
ATLETICO VESCOVIO-PALOMBARA 1-1.

MA IL PARI VA STRETTO ALL´ATLETICO
06-11-2011 19:13
Con un´altra prova di grande orgoglio, l´Atletico Vescovio ha ripreso nel finale una partita che sembrava stregata: nonostante il dominio assoluto del gioco e una pressione costante che ha creato diverse nitide palle gol, fino a quattro minuti dalla fine l´Atletico si ritrovava incredibilmente sotto di un gol.
Ci ha pensato poi SS10, con un magistrale calcio di punizione finito sotto l´incrocio dei pali, a rimettere la situazione in parità, ma il risultato finale di 1-1 non rende assolutamente giustizia a quanto visto in campo e sta stretto, anzi strettissimo, ai biancorossi padroni di casa.

Gli ospiti, scesi al Campo Montesacro forti della terza posizione in classifica, si sono ritrovati casualmente in vantaggio su una delle rare sortite offensive del match quando Madonna, ripiegando verso la propria porta, è entrato in rotta di collisione con un attaccante avversario provocandone la caduta: nonostante il contatto lieve e fortuito, giusto il calcio di rigore assegnato da Paolini di Ostia Lido in virtù della regola del danno procurato. Dal dischetto ha trasformato con freddezza Serini che ha spiazzato Muzzopappa per lo 0-1 del Palombara al 25´ della prima frazione di gioco. La reazione dei biancorossi, oggi in campo con la divisa blu, ha creato subito due occasioni importanti per agguantare il pari: sulla prima Beha è riuscito a calciare in anticipo sull´uscita del portiere, ma la palla è finita di pochissimo a lato, mentre sulla seconda Plez è stato steso platealmente in area di rigore proprio mentre era sul punto di battere a rete dagli otto metri. Sarebbe stato un rigore grande come una casa, con susseguente espulsione a danno del Palombara in quanto quella di Plez era una chiarissima occasione da gol, ma l´arbitro Paolini ha preferito incredibilmente sorvolare facendo proseguire il gioco tra la rabbia comprensibile del pubblico di casa.
Peggio avrebbe fatto l´arbitro lidense nella ripresa, prima permettendo al Palombara di fermare continuamente il gioco ad ogni minimo contatto fisico, spezzettando dunque continuamente l´azione e il tentativo di rimonta dell´Atletico, poi andando ad espellere dalla panchina sia il solitamente inappuntabile DS Di Tosto, che poco dopo il preparatore atletico Alviti. Forte di un carattere che è ormai un marchio di fabbrica, però, i padroni di casa non si sono minimamente scomposti e hanno continuato a fare la propria partita, tenendo sotto pressione costante la porta difesa da Cola e creando diverse occasioni favorevolissime. Sul portiere del Palombara, poi espulso nel finale per aver addirittura sputato ad alcuni sostenitori biancorossi, è il caso di spendere due parole: non è assolutamente ammissibile che in un Campionato di Promozione un giocatore si metta a litigare con il pubblico di casa. Tornando al racconto della gara, prima Beha ha avuto tra i piedi la palla del pareggio ma a tu per tu col portiere non è riuscito a concludere, poi una proiezione offensiva di Varamo imbeccato splendidamente da Somma ha portato il terzino fuori quota tutto solo davanti all´estremo difensore avversario, ma ancora una volta la grande chance non è stata concretizzata per la disperazione di giocatori e tifosi dell´Atletico. La maledizione sembrava venire confermata poi dalla splendida conclusione di SS10, che dai 25 metri è stato bravissimo a saltare in dribbling un difensore e a sferrare un destro a giro che si è schiantato sull´incrocio dei pali con il portiere immobile. Finalmente però, nei palpitanti minuti finali, dalla sua mattonella sempre Servello ha scagliato la palla in fondo al sacco con una bellissima parabola imprendibile per Cola. Nel recupero lo sforzo dei padroni di casa di mettere le mani sulla posta piena ha lasciato spazio al Palombara per un contropiede letale, ma nell´occasione il superlativo Muzzopappa è stato bravissimo a parare in uscita sull´attaccante avversario, che ha poi visto ribattersi la seconda conclusione da un grandissimo salvataggio di testa sulla linea di Varamo. Visto quanto prodotto in campo dalle due squadre è già una beffa non aver colto i tre punti, perdere poi sarebbe stato assurdo. Tra le fila dell´Atletico, oltre al solito Servello, da segnalare la straordinaria prestazione di Ciampini, un leone al centro della difesa. Si riparte con il quinto risultato utile consecutivo tra campionato e coppa e un calendario che nella seconda metà del girone di andata sembra sorridere ai biancorossi: AVANTI ATLETICO!!!

ATLETICO: Muzzopappa, Varamo, Madonna (34´st Sega), Pisa Di Monterosa, Ciampini, Occhigrossi, Plez (17´st De Rosa), Iacobellis (1´st Somma), Roca, Servello, Beha. A disp. Antonelli, Gorgerino, Alivernini, Greco. All. Pansa
PALOMBARA: Cola, Bernasconi F., Savelli, Gianni, Mezzanotte, Passa, Pasquarelli (42´´st Fioravanti), Di Nunzio, Serini, Taddei (22´st Alessandrini), Piselli (27´st Uccellini). A disp. Cianca, Bernasconi E.,Bernardi, Fortini.
MARCATORI; 25´pt Serini (rig); 41´st Servello.
Arbitro: Paolini di Ostia Lido. Assistenti: Bellantoni di Roma 2, Todisco di Ciampino."""
======================================================================
Nel leggere la cronaca della partita, nel massimo rispetto delle idee di ciascuno,avendo assistito alla stessa e non essendo del tutto d'accordo con l'estensore del"pezzo"voglio fare alcune considerazioni.
Prima,però,faccio una premessa:
--nel calcio esiste la svista dell'arbitro e quella dei collaboratori;
--la partita la vince chi segna un gol più dell'avversario;
--conta molto saper attaccare e ma anche sapersi difendere;
--conta molto la scaltrezza dei giocatori;
--i portiere stanno in porta per parare;
--esiste da parte dei tifosi l'amore per la propria squadra-tifo;
--esistono modi diversi di riconoscere meriti e demeriti propri ed altrui.



Entro nel merito.

1)Arbitro,sig.Paolini di Ostia,e collaboratori,non molto in forma.

**Ha fatto bene a concedere il rigore a favore del Palombara perchè la spinta in area-ingenua-c'è stata.

**Ha sbagliato a non valutare,non colloquiando con il collaboratore per l'assegnazione o meno del penalty,la volontarietà o involontarietà della scivolata di un difensore contro un'attaccante della squadra di casa-ch'era comunque un pò defilato sulla destra ma dentro l'area e davanti al guardaline.
Evidentemente ha valutato per l'involontarietà suffragata dalla mancata segnalazione del collaboratore.
La sensazione era più per il rigore.

**Ha sbagliato nel secondo tempo quando non ha fischiato un macroscopico fuorigiogo di due-dico due- attaccanti di casa che non hanno concretizzato-parata del portiere-il possibile 1-1 sulla mancata segnalazione del collaboratore lato spogliatoio.

**Ha sbagliato,forse,dico forse,nel lasciar correre un pò troppo la "grinta"del giovane Passa del Palombara-leale sia quando le dà sia quando le prende, motore inarrestabile a centrocampo che gioca,senza mai fermarsi,tutti i palloni con vigoria-che ha alzato la tensione a centrocampo.Ha riversato,poi,la sua attenzione ad altri pseudo-cattivi,sicuramente meno "colpevoli",ammonendoli.

**Non è stato molto attento alle"frizioni"createsi in mezzo al campo ed ai conseguenti falli.Spesso per sincerarsi delle condizioni degli atleti "toccati"dall'avversario ha interrotto il gioco con ritardo.Nelle tardive ed a volte errate valutazioni dei falli non è stato molto aiutato dai collaboratori,che sempre si sono-però- trovati nelle vicinanze dei medesimi e/o presunti tali.

Gioco:

**La supremazia territoriale è stata della squadra di casa che non è mai riuscita,però,a concretizzare i tantissimi cros per la testa delle proprie e numerose altissime torri solo,e quasi escusivamente, per il gran merito della difesa ospite che ha controbattuto ogni assalto e non ha mai mollato.
La maggiore prestanza fisica dei giocatori di casa non ha influito come sperato.

**La migliore incisività spetta però alla squadra del Palombara che per proprie colpe non è stata cinica come avrebbe dovuto nello sfruttare le occasione capitategli.

Per la cronaca:

A)Sull'1-0 Serini dopo aver scartato e superato il portiere ed appoggiare immediatamente in rete per il 2-0 ha cercato la giravolta facendo rientrare il difensore che ribatteva;

B)sull'1-1 Serini,a tempo pressochè scaduto e dopo l'espulsione del portiere senza possibilità di sostituzione, solo davanti al n.1 di casa si faceva ribattere il tiro dallo stesso che ripreso veniva respinto sulla linea da un difensore.
**Il pareggio è avvenuto per una magistrale punizione-concessa dal limite dell'area è nata per una grossa ingenuità di un giocatore del Palombara che per ritorsione ad un fallo subito in area Vescovio rinculava e scalciava intenzionalmente un avversario- battuta da Servello che dopo non averne indovinate molte ha tolto la famosa ragnatela dall'incrocio dei pali e trovato il pareggio.


Tifo:
il tifo è tifo e basta.
Chi stà in campo deve far finta di niente e prendersi tutti i "complimenti" del pubblioc avverso.
Tanto una volta tocca a me una volta tocca a te.
Ad una partita giocata fuori casa ne corrisponde un'altra giocata in casa.

Un poriere-quello del Palombara-che sta vincendo e si mette a "beccarsi" con chi sta dietro la porta-a due/tre metri dalla rete- non sta nè in cielo nè in terra e dopo aver subito il gol del pareggio lascia la propria squadra in inferiorità numerica senza possibilità di cambio-esauriti-merita un bel confronto con l'allenatore.
Solo la "tigna"dei compagni non ha permesso all'Atletico nel restante tempo di fare nemmeno un tiro in porta al "sostituto"non portiere e perdere la partita.Anzi in quei frangenti il Palombara è stato sul punto di tornare in vantaggio.


Il tifo è tifo e basta.
Però non è bello andare a vedere una partita in qualità di ospite e vedere affisso uno striscione-generico-poco ospitale ma non ostile.


La partita è stata tutt'altro che noiosa.
Anzi.
L'Atletico Vescovio ha avuto la supremazia territoriale ma chi ha rischiato più di vincere è stata la squadra ospite.
Nel Palombara la difesa ha qualche merito in più rispetto al resto della squadra perchè è capitolata solo di fronte ad una super punizione senza la quale avrebbe sicuramente contribuito alla vittoria.Per quanto fatto vedere il Vescovio non l'avrebbe mai superata ed i 3 punti sono sfuggiti come raccontato ma senza soffrire oltre il lecito.

Ho avuto la possibilità di confrontare le mie impressioni con qualche tifoso del Vescovio.
Sostanzialmente "non vedevano bene la terna", che non aveva concesso loro un rigore,che aveva fatto correre al Palombara un grosso rischio non arrestando il gioco per il fuori gioco dei due avversari,che aveva sorvolato un pò nei confronti del n.6 ospite(Passa),che tutto sommato alla supremazia territoriale del Vescovio avevano fatto riscontro le due occasionissime degli ospiti che,senza le indecisioni di Serini e la bravura del difensore e del portiere di casa, avrebbero potuto portar via l'intera posta in palio.
Hanno riconosciuto,inoltre,la semplicità del Palombara nel riuscire con quattro passaggi ad arrivare sotto porta del Vescovio al contrario della più macchinosa manovra della squadra di casa.

Alla fine un pareggio che scontenta tutti perchè entrambe le squadre erano convinte che la vittoria fosse il giusto premio alla prestazione.

Per finire rispetto al 100% il "pensiero" dell'articolo ma sostanzialmente dissento quasi in toto perchè alla fine se vinceva la squadra ospite non aveva rubato niente.[/QUOTE][/POSTQUOTE]


======================================================================
Nel rileggere ho cambiato il penultimo verbo dell'ultimo capo-verso.
Fausto(1)
00Tuesday, November 15, 2011 10:32 AM
Re:
[POSTQUOTE][QUOTE:97804327=misterc22, 07/10/2009 14.05]Giudizi e valutazioni sugli arbitri che incontriamo il sabato e la domenica sui campi e visto che, sicuramente, qualche direttore di gara frequenta il nostro forum, giudizi e valutazioni sul comportamento degli allenatori e delle squadre che settimanalmente andate ad arbitrare.[/QUOTE][/POSTQUOTE]

======================================================================
Palombara-R.Torbellamonaca 0-1

Arbitro:Sig.Centi di Viterbo
Assistenti:Costanzo di Cassino e Fusco di Aprilia.


Di fronte ad un buon pubblico,non quello delle grandi occasioni,il Torbellamonaca ha fatto la sua bella figura e portandosi via l'intera posta,alla fine meritatamente.

La squadra di casa,irriconoscibile ripetto alle precedenti prestanzioni,non ha giocato con la fluidità mostrata in altri incontri,non ha mai accelerato sulle corsie,non ha mai giocato di prima come sà fare ma ha portato e riportato pallone fino a perderlo e prendere il sistematico contropiede dall'avversario.

Proprio su uno di questi da metà campo,con palla filtrante sulla destra del Palombara,la squadra ospite si presentava con Grossi davanti al portiere,lo anticipava e lo batteva.Paffetti se fosse stato un pò più fuori dei pali,forse dico forse per quanto visto dalla tribuna,avrebbe potuto respingere,ma nel senno del poi....tutto è facile.
Quando non è giornata non c'è nulla da fare e domenica non era giornata,probabilmente anche per merito dell'avversario.
Da quel momento in poi si assisteva ad una preponderante supremazia territoriale della squadra di casa,però sterile,con poco costrutto e tanta confusione.
E pensare che la partita era iniziata con un'occasionissima fallita dopo pochi minuti,con palla"svirgolata"davanti la porta con il portiere che non avrebbe potuto opporsi al gol e subito dopo con un'altrettanta farovevole occassione-colpo di testa di Serini indirizzato verso la base del palo alla sinistra di De Bernardo, sventata con paratissima,di pugno,dal portierone-e che portiere-del Torbellamonaca.

Che dire.
Il Torbellamonaca ha impostato la partita secondo le proprie caratteristiche.
Tecnica,pressing,corsa,controllo e ripartenze sicuramente superiori a quelle messe in mostra domenica dal Palombara con Parroni e Grossi a tutto campo,sopra le righe per aver giocato per quattro,non risparmiandosi un istante e facendosi trovare sempre in attacco a centrocampo e in difesa.
Coadiuvati da tutto il resto della squadra sono stati i maggiori artefici del successo.

Il Torbellamonaca oltre al gol non ha avuto altre occasioni ma tanto è bastato per ben ribattere il predominio territoriale-sterile- del Palombara in giornata negativa.
Da tener conto,inoltre,che gli ospiti hanno giocato in dieci(10) dalla mezz'ora del 2 tempo ed addirittura in nove(9)a cinque minuti dalla fine con + 6 minuti di recupero, per l'espulsione del proprio portiere, con la squadra di casa che è riuscita a fare solo tanta confusione!!! al limite dell'area avversaria e un solo tiro in porta,colpo di testa e gol di Serini,annullato per precedente fischio dell'arbitro.A proposito del gola nnullato non si è capito bene perchè-probabile solito fallo di confusione in area-ma il fischio s'è sentito distintamente in anticipo.

Sufficiente l'arbitraggio che non ha avuto difficoltà nella gestione dell'incontro.
Negli ultimi 11 minuti malgrado le recriminazioni degli ospiti ha gestito sempre con polso il gioco.
Nel primo tempo poteva concedere un pò più di recupero(1 minuto)per via delle numerose interruzioni avvenute per contrasti e far battere al Palombara l'angolo concesso e poi non permesso.
Nel secondo tempo giusto il recupero per interruzioni varie e giuste le espulsioni.
Dopo quella per doppia ammonizione del n.10 ospite si regitrava quella del suo compagno portiere.
Prima veniva ammonito per perdita di tempo-ci stava provando da parecchio-e al perdurare delle rimostranze-voleva impedire l'estrazione del cartellino-scattava l'espulsione.
Non s'ho se diretta o per secondo giallo.
Attenti e "presenti"i collaboratori.
FAUSTO(1)
00Sunday, November 20, 2011 10:58 PM
Re:
[POSTQUOTE][QUOTE:97804327=misterc22, 07/10/2009 14.05]Giudizi e valutazioni sugli arbitri che incontriamo il sabato e la domenica sui campi e visto che, sicuramente, qualche direttore di gara frequenta il nostro forum, giudizi e valutazioni sul comportamento degli allenatori e delle squadre che settimanalmente andate ad arbitrare.[/QUOTE][/POSTQUOTE]


Campo Comunale Poggio Nativo

Poggio Nativo-Palombara 3-1

Arbitro sig.Campogrande di Roma 1
Assistenti:Cappelletti di Roma1 -Ciuffreda di Rm2


Su un campo in terra con qualche rimbalzo "strano"il Poggio Nativo alla fine ha portato a casa 3 punti importanti per rafforzare la propria già buona classifica.
Però quanto c'ha messo del suo il Palombara.
Già dopo pochi secondi dall'inizio dell'incontro si capiva che oggi per il suo portiere non sarebbe stata una buona giornata.
Esitava nella dovuta ed immediata uscita avendo parecchi metri di vantaggio sull'avversario e sul compagno di squadra e lo costringeva ad un'affannoso rinvio.
Poi nella prima mezz'ora di gioco subiva
-il primo gol-punizione da fuori area-su colpo di testa del centravanti che,in elevazione, schicciava il pallone dall'altezza del disco del rigore facendolo rimbalzare quel tanto per superarel'estremo difensore proteso in volo;
-il secondo gol dopo aver respinto il pallone a mani aperte,su un tiro ravvicinato da dentro l'area,indirizzandolo verso l'esterno sui piedi di un avversario che insaccava a porta vuota.

Da quel momento in poi si assiste ad una pressione sistematica della squadra ospite che cerca di riacciuffare il punteggio.
Ma mancano le idee,l'entusiasmo e qualche giocatore per infortunio o malanni.

Nel primo tempo
accorcia la distanza con un gol fortunato-rinvio del portiere che colpisce il fondo schiena di un'attaccante.

Nel secondo tempo
subisce l'espulsione dell'esterno basso di destra(1994)per entrata troppo dura-ma quanti "soprusi" non fischiati aveva subite fino a quel momento!!!
Subisce il terzo gol su cros lentissimo dalla sinistra con pallone prima controllato in presa alta dal portiere,poi fatto rimbalzare per terra senza accorgersi dell'avversario nelle vicinanze che lo beffava allungando il piede.
Poi,anche il Poggio Nativo subiva l'espulsione per doppia ammonizione,la partita-sempre con il Palombara proteso all'attacco ma con pochi sussulti e "scarso entusiasmo", s'incamminava verso la fine.

Che dire.

Il Palombara-tra indisponibili ed infortunati-non ha potuto schierare la migliore formazione così come il Poggio Nativo.

Ma quanto c'ha messo del suo.

Con la seconda sconfitta consecutiva quasi sicuramente s'infrange il sogno di poter giocare un campionato diverso da quello dell'anno passato.
Speriamo solo che lo scemato entusiasmo mostrato in campo non faccia rivivere gli spettri dell'anno scorso.

Un discorso a parte-negativo-merita l'arbitro.

Assolutamente non all'altezza in una partita che non chiedeva altro che essere solo"arbitrata".

Invece falli non fischiati,entrate a far male sempre da una parte lasciate correre,diverbi,sempre da una parte, non redarguiti,tentativi di discussioni-sempre da una parte lasciati correre.
Poi sul 3-1 ha ritrovato un pò di serenità ed è riuscito solo ad"arbitrare",lasciando che in campo continuassero a darsele ed a promettersele con i difensori di casa che facevano "sentire"la loro maggiore prestanza fisica senza che lui fischiasse anche quando erano evidentissimi a tutti gli spettatori sia di casa ed ospiti.
Ininfluenti i collaboratori.
FAUSTO(1)
00Sunday, November 20, 2011 11:06 PM
Re: Re:
FAUSTO(1), 20/11/2011 22.58:




Campo Comunale Poggio Nativo

Poggio Nativo-Palombara 3-1

Arbitro sig.Campogrande di Roma 1
Assistenti:Cappelletti di Roma1 -Ciuffreda di Rm2


Su un campo in terra con qualche rimbalzo "strano"il Poggio Nativo alla fine ha portato a casa 3 punti importanti per rafforzare la propria già buona classifica.
Però quanto c'ha messo del suo il Palombara.
Già dopo pochi secondi dall'inizio dell'incontro si capiva che oggi per il suo portiere non sarebbe stata una buona giornata.
Esitava nella dovuta ed immediata uscita avendo parecchi metri di vantaggio sull'avversario e sul compagno di squadra e lo costringeva ad un'affannoso rinvio.
Poi nella prima mezz'ora di gioco subiva
-il primo gol-punizione da fuori area-su colpo di testa del centravanti che,in elevazione, schicciava il pallone dall'altezza del disco del rigore facendolo rimbalzare quel tanto per far gol;
-il secondo gol dopo aver respinto il pallone a mani aperte,su un tiro ravvicinato da dentro l'area,ed averlo indirizzato verso l'esterno sui piedi di un avversario che insaccava a porta vuota.

Da quel momento in poi si assiste ad una pressione sistematica del Palombara che cerca di riacciuffare il punteggio pur non avendo idee,entusiasmo e qualche giocatore per infortunio o malanni.

Nel primo tempo
accorcia la distanza con un gol fortunato-rinvio del portiere che colpisce il fondo schiena di un'attaccante.

Nel secondo tempo
subisce l'espulsione dell'esterno basso di destra(1994)per entrata troppo dura-ma quanti "soprusi" non fischiati aveva subite fino a quel momento!!!
Subisce il terzo gol su cros lentissimo dalla sinistra con pallone prima controllato in presa alta dal portiere,poi fatto rimbalzare per terra senza accorgersi dell'avversario nelle vicinanze che lo beffava allungando il piede.
Poi,anche il Poggio Nativo subiva l'espulsione per doppia ammonizione,la partita-sempre con il Palombara proteso all'attacco ma con pochi sussulti e "scarso entusiasmo", s'incamminava verso la fine.

Che dire.

Il Palombara-tra indisponibili ed infortunati-non ha potuto schierare la migliore formazione così come il Poggio Nativo.

Ma quanto c'ha messo del suo.

Con la seconda sconfitta consecutiva quasi sicuramente s'infrange il sogno di poter giocare un campionato diverso da quello dell'anno passato.
Speriamo solo che lo scemato entusiasmo mostrato in campo non faccia rivivere gli spettri dell'anno scorso.

Un discorso a parte-negativo-merita l'arbitro.

Assolutamente non all'altezza in una partita che non chiedeva altro che essere solo"arbitrata".

Invece falli non fischiati,entrate a far male sempre da una parte lasciate correre,diverbi,sempre da una parte, non redarguiti,tentativi di discussioni-sempre da una parte lasciati correre.
Poi sul 3-1 ha ritrovato un pò di serenità ed è riuscito solo ad"arbitrare",lasciando che in campo continuassero a darsele ed a promettersele con i difensori di casa che facevano "sentire"la loro maggiore prestanza fisica senza che lui fischiasse anche quando erano evidentissimi a tutti gli spettatori sia di casa ed ospiti.
Ininfluenti i collaboratori.




Fausto(1)
00Monday, March 5, 2012 12:14 AM
Campo Comunale di Riano

Football Riano-Palombara

Arbitro:sig.Francesco Iacovacci(Latina)
Assistenti:Veronica Vettorel(Latina)-Daniele Leonarduzzi(Ciampino).



Premetto subito,per non passare da pjagnone:il Riano alla fine ha meritato di vincere.
Ma andiamo per ordine.
Grande foga ad inizio partita da parte di entrambe le compagini e dopo nemmeno 7 minuti giallo al n.8 Di Nunzio del Palombara.
Era il primo fallo "tosto"ma l'arbitro è stato irremovibile.
Lo stesso invece è stato più magnanimo verso i padroni di casa a cui ha permesso per tutta la partita qualche strattonata in più.
Quando,in seguito, c'è stato poi da "dare" il giallo pur sanzionandolo non è stato mai pronto nell'esibirlo ma solo dopo il "reitero"ha sanzionato.
L'ammonizione condizionava moltissimo il "movimento" del giocatore per il resto della partita e toglieva una fonte inesauribile di pericolo al Palombara.
Poi dopo batti e ribatti con supremazia territoriale dei padroni di casa ma con nessun pericolo creato al Palombara,arrivava il gol. Corsa lungo linea,cros a rientrare,deviazione di un giocatore del Palombara e pallone sui piedi Misuraca,che di prima intenzione girava in porta e trafiggeva il portiere avversario.
Tutto sommato vantaggio casalingo meritatao.
Poi a tempo quasi scaduto Serini dopo uno stop di petto si presentava a tu per tu con portiere del Riano ma veniva abbattuto da dietro in malo modo.
Tutti s'aspettavano il "rigore"-compresi i tifosi casalinghi- ed invece l'arbitro era di parere contrario.
Grosse rimostranze sia verso l'arbitro e sia verso il guardalinee lato opposto alle tribune-Vettorel- che proseguivano anche durante il rientro negli spogliatoi al termine dei primi 45 minuti.
Nei secondi 45 minuti non succedeva niente di strano.
Supremazia territoriale del Riano e difesa ordinata del Palombara.
Poi,dopo un salvataggio sulla linea di porta dei padroni di casa, un evidentissimo fallo di mano, visto anche dalle tribune,-,permetteva alla compagine di casa di andare in rete e raddoppiare.
Grandi le proteste dei giocatori ospiti ma l'arbitro non ammetteva dialogo.
Ancora più concitate nei confronti della sig.na Vettorel-che non ha visto.
...e te hai perso una partita contro la seconda in classifica con un punteggio che non ammette repliche.
Fausto(1)
00Monday, March 12, 2012 12:00 AM
E'SEMPRE LA STESSA STORIA
Stadio Comunale di Palombara

Palombara-Centro Italia 1-2
Arbitro:Sig.Dolcini Alessandro-Roma 1
Assistenti:Sig.Fusco Alessandro(Aprilia)-Minà Paolo(Latina).



Sbagliare è umano,perseverare è diabolico.

Il buon giorno si vede dal mattino ma c'è qualcuno che riesce a spiegarmi,e a convincermi che mi sbaglio,del perchè quando c'è bel tempo con il sole alto piove sempre alla stessa ora?

Anche oggi s'è perpetrato il solito disgustoso misfatto ai danni di chi non ha nessuna voce in capitolo.
Contro il Palombara è stato decretato un rigore inverosimile. Spiovente in area,l'attaccante ospite addomestica il pallone,lo fa rimbalzare a terra,tira in porta contrastato dal difensore-piede contro piede-e mentre entrambi per l'impatto cadono a terra ed il pallone termina a lato del palo-perchè deviato-l'arbitro decreta la massima punizione ammonendo il n. 5 locale.
Primo tiro verso la porta ed uno a zero per gli ospiti.
Ma già in precedenza alcune "fiaschiate"avevano lasciato perplessi i tifosi del Palombara.

In quel momento ai già presenti domenica scorsa in quel di Riano è venuta in mente l'azione del rigore NEGATO contro il FOOTBALL RIANO.
Quello era dieci volte più rigore eppure non è stato concesso.
Oggi alla prima vera occasione l'arbitro ha subito fiaschiato contro,fatto passare in svantaggio il Palombra rimasto poi in dieci per il resto della partita.

Naturalmente l'ammonizione è risultata determinante perchè poi lo stesso commetterà un normale fallo che gli costerà il 2^cartellino giallo e la conseguente espulsione.

Da registrare che nel corso dedll'incontro l'arbitro ha sorvalato su un braccio in area palombarese più "rigorissimo" di quello concessso.

Comunque prima che terminasse la partita "l'incerto arbitro" è riuscito ad aggiungere un'altra "chicca"al suo repertorio odierno.
Pallone contro un braccio di un difensore del Centro Italia; rigore-regalato data la vicinaza del difensore-senza ammonizione.

Da quel momento in poi la partita è stata sempre in balia
dalla rassegnazione e così si e' perso nuovamenteì.
FAUSTO(1)
00Monday, November 19, 2012 5:13 PM
MANNAGGIA SONO SFORTUNATO CON GLI ARBITRI
19/11/2012 10:26
OLIMPIA-FALASCHE 2-3(2-1 p.t.)

vabbe' che l'olimpia in federazione conta nulla ma infierire cosi'spudoratamente contro un gruppo di bravi ragazzi viene voglia di smettere con il calcio una terna arbitrale da schifo concedere un calcio di rigore cosi'scandaloso uno lo puo'pure accettare ma subire il terzo gol viziato da un fallo di mano stile pallavolo sotto gli occhi dell'arbitro e' davvero troppo
======================================================================
E si caro anonimo mesà che ciai ragione
Ieri sono andato a vedere anch'io questa partita perchè giocava titolare il figlio di un caro amico di "cene".
Preso atto che il Falasche-per me-s'è dimostrato da subito più "squadra",anche nel difendersi quando ha subito l'iniziativa dell'Olimpia,certo che l'arbitro c'ha messo molto del suo nel decidere il punteggio finale.
Ha concesso un rigore molto ma molto dubbio-così è parso a tutti sulla tribuna oltre che ai giocatori in campo,ha fatto proseguire l'azione del terzo gol dopo uno stop di mano,ha fischiato fuori gioco inesistenti,ha fischiato punizioni senza concedere il vantaggio quando l'azione si faceva pericolosissima per il Falasche.
Ha comminato ammonizioni quando doveva tralasciare,ha tralasciato quando non doveva.
Ha fischiato male non intendendosi con i collaboratori specialmente sui fuori gioco di rientro.
Sul terzo gol del Falasche il collaboratore sulla linea delle panchine è rimasto fermo all'altezza di dove s'era verificato lo stop di mano con la bandierina a mezz'altezza non correndo verso il centro del campo.
Solo dopo aver visto l'arbitro divincolarsi dai giocatori dell'Olimpia,che reclamavano in maniera veemente e decisa, s'incamminava verso la metà del campo per la ripresa del gioco.
L'unica cosa "conseguenziale"è stata l'espulsione del n.5 di casa,su disposizione dell'assistente di tribuna,a seguito di un "capannello"di giocatori dell'Olimpia sullo stesso.
Nell'espellere il giocatore non ha avuto nessun tentennamento.

Ma vince chi segna un gol più dell'avversario e ieri il Falasche ne ha segnati n.3 e subiti 2.

Quello che nel dopo partita ha molto "stonato"è stato il fatto che qualche giocatore dell'Olimpia ha riferito di aver udito più di qualche giocatore del Falasche,compreso l'allenatore, all'occorrenza chiamare,colloquiare,discutere con l'arbitro chiamandolo per nome e non con "arbitro"(come avviene normalmente),come se si conoscessero.
Certo se l'Olimpia avesse concretizzato tutte le occasioni nate da ripartenze la partita sarebbe potuta finire diversamente.
Accantonando l'arbitraggio il Falasche per me è stata più squadra,più quadrata,tutti sapevano quello che dovevano fare,con un faro a centrocampo(il n.8 di gran lunga il migliore in campo e bello da vederlo giocare),sorretto da due corridori(n.4? e 6) a tutto campo,due difensori centrali attenti ad essere infilati il meno possibile in velocità,due esterni bassi che sanno ben dialogare e fare l'elastico con i due alti ed un attaccante centrale che fà salire e distribuisce buoni palloni.
Di contro un'Olimpia che vince di gran lunga fin quando è sorretta dalla condizione fisica.Appena si sono abbassati i ritmi è emerso il "valore di squadra"degli avversari,che con qualche aiuto hanno portato a casa l'intera posta.
All'Olimpia per me che ieri ho visto per la prima volta è mancato il gioco d'assieme.
Quando spingono in avanti è molto difficile contrastarli ma quando perdono palla gli avversari trovano ampi spazi per offendere.In attacco il 7,il 9 e l'11 rappresentano un pericolo costante sia con il pallone ai piedi che con le giocate senza palla che permettono ai compagni di infilarsi negli spazi.La difesa spesso ha tremato ma è composta da giocatori che sanno cosa fare con il pallone.
Il n.3,già in Eccellenza con Diana Nemi e Guidonia,è difficilmente superabile ma è poco cercato dai compagni,il n.4 è un motore a tutto campo,il n.6-il capitano-ha posizione,grinta,sa controllare le situazioni ma se aggredito ....ha perso il pallone-ci può stare- che ha causato il primo pareggioa del Falasche,il n.5 non lo superi ne di piede,ne di testa ma solo se lo trovi fuori posizione quando va a colpire sui corner o punizioni in area.Il "suo contro" è il troppo ardore agonistico.
Agonismo e tecnica non mancano,meno il gioco corale,le distanze tra i reparti e il sapere alla cieca che gli attaccanti si trovano là dove si deve dare la palla per buttarla in rete.

Poi devi sperare di incontrare sempre un bravo arbitro.
Ma come i giocatori possono sbagliare anche loro anche se poi t'arrabbi di più.
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 3:18 AM.
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com