GRAZIE DI ESISTERE

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
addetto ai lavori
00Monday, May 31, 2010 12:13 PM
ma anche no
"Dobbiamo ringraziare gli arbitri perchè senza di loro non si giocherebbe" è uno dei luoghi comuni che girano nel mondo del calcio, d'attualità visto ciò che è successo nella finale juniores, nel palyoff di promozione e in alcune gare di tornei di fine stagione.
....ma anche no.
Gli arbitri li dobbiamo rispettare, magari aiutare, specialmente i più giovani ma perchè ringraziare?
Io mi sento di ringraziare i Presidenti delle Società ed i Dirigenti che spendono il loro tempo ed i loro denari per lo svolgimento dell'attività calcistica ma il settore arbitrale svolge un suo ruolo nell'ambito dell'attività organizzativa dei campionati, ruolo regolarmente pagato dai partecipanti.
Al massimo dovrebbe essere la federazione a ringraziarli se tale ruolo viene sottopagato.
In tal senso le Società dovrebbero sicuramente richiedere, a fronte delle spese sostenute per la partecipazione ai campionati, un servizio decisamente migliore: fatto di organizzazione, puntualità, preparazione e sopratutto di un migliore rapporto con i clienti/tesserati dove non ci sia spazio per approssimazione, arroganza, superficialità e qualche volta faziosità.
tito
00Wednesday, June 2, 2010 8:32 PM
penso che lei che sta parlando sia il primo ad essere un arrogante e maleducato che non rispetta il lavoro altrui.
Che poi non è un lavoro, è un hobby nel quale molto spesso si rischia la pelle soprattutto se si incontrano persone come lei non in grado di riconoscere sforzi fatti da ragazzi spesso minorenni che la mattina si alzano presto per fare chilometri e chilometri, ore di viaggio per 24 euro che spesso non ricoprono neanche le spese della benzina per poi essere insultati per un ora intera da persone che credono di essere in serie A che vedono le partite e pretendono che gli arbitri siano una sorta di Collina ma che non capiscono che come tutti gli esseri viventi un arbitro deve imparare e crescere e non nasce imparato.
Ognuno deve pensare a se stesso, se vuole ringraziare i dirigenti lo faccia pure ma non può denigrare una categoria che come lei sta dimostrando sta antipatica solo a nominarla perchè è stata mandata a far rispettare le regole fatte non dall'AIA ma dalle leghe ( e questo non dimenticatevelo).
marek
00Wednesday, June 2, 2010 10:39 PM
"spazio per approssimazione, arroganza, superficialità"

beh tra dirigenti che nn pagano i rimborsi
penalizzazioni per errori nei tesseramenti
squadre ritirate
mister senza patentino che si credono zeman

si potrebbe continuare all'infinito.
addetto ai lavori
00Thursday, June 3, 2010 9:35 AM
Re: tito
penso che lei che sta parlando sia il primo ad essere un arrogante e maleducato che non rispetta il lavoro altrui.
----lavoro? questa parola smentisce quanro esposto in seguito, agli arbitri ricordo che i ragazzi che vanno ad arbitrare fanno calcio da almeno 5-6 anni, si allenano dal 1 sttembre al 30 giugno, 3-4 volte a settimana per almeno due ore, pagano per giocare e non hanno alcun rimborso, quanti arbitri fanno altrettanto? secondo me tanti non hanno mai fatto sport e non partecipano nemmeno alle lezioni di educazione fisica a scuola.

Che poi non è un lavoro, è un hobby nel quale molto spesso si rischia la pelle soprattutto se si incontrano persone come lei non in grado di riconoscere sforzi fatti da ragazzi spesso minorenni che la mattina si alzano presto per fare chilometri e chilometri, ore di viaggio per 24 euro che spesso non ricoprono neanche le spese della benzina per poi essere insultati per un ora intera da persone che credono di essere in serie A che vedono le partite e pretendono che gli arbitri siano una sorta di Collina ma che non capiscono che come tutti gli esseri viventi un arbitro deve imparare e crescere e non nasce imparato.

-----se avesse avuto la compiacenza di leggere ciò che avevo scritto, avrebbe notato che, secondo me, non deve mancare il rispetto e l'aiuto ma altresì si deve esigere preparazione fisica e tecnica, non approssimazione ed improvvisazione. I problemi logistici ed economici li risolvessero all'interno delle organizzazioni. Non ho mai sentito parlare di uno sciopero, anzi,chiunque ha provato a sollevare la questione all'interno dell'aia è stato ghettizzato.


Ognuno deve pensare a se stesso, se vuole ringraziare i dirigenti lo faccia pure ma non può denigrare una categoria che come lei sta dimostrando sta antipatica solo a nominarla perchè è stata mandata a far rispettare le regole fatte non dall'AIA ma dalle leghe ( e questo non dimenticatevelo).

-----ecco, ognuno deve pensare a se stesso, al proprio orticello, evitando di prendere coscienza dei problemi comuni.


peppe
00Tuesday, July 6, 2010 4:15 PM
io non ringrazio ne gli uni e ne gli altri in senso lato.
Credo che solo la "professionalità di ognuno andrebbe "ringraziata" per far si che i veri attori , i calciatori, siano salvaguardati, educati e valorizzati.

Gli arbitri, nessuno li obbliga a fare la scelta di diventarlo, devono essere loro i primi professionististi , in modo da dare il buon esempio , dare il vero senso del "pater familia.

Concordo che ultimamente, per via della mancanza di VOCAZIONE, si vedono per i campi figure amene e molto distanti dall'essere "uno sportivo".

Concordo che in italia non abbiamo un cultura sportiva basata sul rispetto e sulla possibilità che un'arbitro sbagli in buona fede.

Concordo che le società non mettono mai a disposizione del diretore di gara un "addetto all'arbitro"degno di questo nome che lo aiuti nelle sue mansioni.

Però fischiare un rigore o un fuorigioco a 30 metri dall'azione, perhcè non ce la si fà proprio, questo non è arbitrare .

Quindi sarebbe meglio che la federazione abolisca l'arbitro in quelle gare dove il risultato non dovrebbe contare (e ce ne sono molte) e invece valorizzare gli "altri" arbitri in modo che possano crescere e degnamente rappresentarci anche all'estero...
tito
00Thursday, July 8, 2010 8:34 AM
sese
nelle partite del settore giovanile scolastico si possono incontrare figure amene e impreparate fisicamente come lo sono i calciatori di quelle categorie, ci mancherebbe altro, stanno imparando ma più si va su di livello più gli arbitri sono atleticamente preparati (come i calciatori ovvio) a cominciare dalla prima categoria. E non potete dire che non è vero perchè ogni tot mesi si fanno dei raduni per testare la preparazione atletica e almento 3 volte a settimana ci sono gli allenamenti che spesso gli stessi calciatori invitati ad allenarsi qualche volta non riescono a sostenere al meglio. Quindi io farei una distinzione prima di scrivere. P.s. 5 luglio iniziata la preparazione degli arbitri proprio del CRA, quale altra squadra ha già iniziato????????
peppe
00Thursday, July 8, 2010 2:09 PM
in genere se posso vado a vedermi oltre le squadre di "cartello" anche le altre (quasi sempre dei gare di elite) e ti posso assicurare che quest'anno ho visto veramente cose " orribili".
E' chiaro , non è giusto sparare nel mucchio, ma come al solito la federazione poco controlla, perche arbitri che hanno fatto sfacelo in una gara, andavano almeno fermati o passati di categoria , invece me li sono trovati di fronte qualche settimana dopo.

Come nei ragazzi che giocano al pallone anhce nel settore arbitrale ci deve essere la selezione naturale, senza compromessi, quale la primao...non abbiamo arbitri a sufficenza, perchè con questa scusa si denigra tutta la categoria.
ciao
tito
00Saturday, July 10, 2010 6:51 PM
sai che cosa è? se un giocatore va male la domenica dopo magari sta in panchina però due dopo rientra, se un arbitro va male ti posso assicurare che la domenica dopo non esce o va a fare una categoria inferiore ma dopo 3 domeniche è ovvio che torna ad arbitrare la sua categoria di appartenenza perchè una gara andata male non può precludere tutto il campionato.
Inoltre ci possono essere degli esordi durante l'anno e quindi magari un arbitro ha meno esperienza, ma questo è normale è il ciclo di tutti gli sport.
Per quanto riguarda la preparazione atletica posso dire che la maggior parte,anzi la stragrande maggioranza degli arbitri che arbitrano partite di livello o nelle massime categorie laziali sono allenatissimi, ci sono delle eccezioni è vero ma possono dipendere da tanti fattori. Innanzitutto non tutti gli arbitri si dedicano prettamente all'arbitraggio, c'è chi lavora fino a tardi e magari l'allenamento non è l'ideale, c'è chi fa due partite o più partite la settimana etc etc ... . questi sono i motivi spero di essere stato esaustivo. A presto :-)
Vergognati
00Wednesday, November 20, 2013 4:20 PM
Re: x sese
[POSTQUOTE][QUOTE:104854302=tito, 08/07/2010 08:34]nelle partite del settore giovanile scolastico si possono incontrare figure amene e impreparate fisicamente come lo sono i calciatori di quelle categorie, ci mancherebbe altro, stanno imparando ma più si va su di livello più gli arbitri sono atleticamente preparati (come i calciatori ovvio) a cominciare dalla prima categoria. E non potete dire che non è vero perchè ogni tot mesi si fanno dei raduni per testare la preparazione atletica e almento 3 volte a settimana ci sono gli allenamenti che spesso gli stessi calciatori invitati ad allenarsi qualche volta non riescono a sostenere al meglio. Quindi io farei una distinzione prima di scrivere. P.s. 5 luglio iniziata la preparazione degli arbitri proprio del CRA, quale altra squadra ha già iniziato????????[/QUOTE][/POSTQUOTE]

Nel settore giovanile di "elite", mandate i piu' scarsi invece che i piu' preparati.. perchè?.

Con i "ragazzini" di 14/16 anni di queste categorie siete voi che siete in difficolta' perchè non potete stargli dietro. Se non vi allenate fate una minchiata dietro l'altra.

Concordo. la maggior parte degli arbitri non ha fatto sport e si vede, viene scartato come giocatore e a 16 anni fà l'arbitro (altro che passione)!!



x Tito
00Friday, January 31, 2014 10:35 AM
Re:
[POSTQUOTE][QUOTE:104909878=tito, 10/07/2010 18:51]sai che cosa è? se un giocatore va male la domenica dopo magari sta in panchina però due dopo rientra, se un arbitro va male ti posso assicurare che la domenica dopo non esce o va a fare una categoria inferiore ma dopo 3 domeniche è ovvio che torna ad arbitrare la sua categoria di appartenenza perchè una gara andata male non può precludere tutto il campionato.
Inoltre ci possono essere degli esordi durante l'anno e quindi magari un arbitro ha meno esperienza, ma questo è normale è il ciclo di tutti gli sport.
Per quanto riguarda la preparazione atletica posso dire che la maggior parte,anzi la stragrande maggioranza degli arbitri che arbitrano partite di livello o nelle massime categorie laziali sono allenatissimi, ci sono delle eccezioni è vero ma possono dipendere da tanti fattori. Innanzitutto non tutti gli arbitri si dedicano prettamente all'arbitraggio, c'è chi lavora fino a tardi e magari l'allenamento non è l'ideale, c'è chi fa due partite o più partite la settimana etc etc ... . questi sono i motivi spero di essere stato esaustivo. A presto :-)[/QUOTE][/POSTQUOTE]

Scusi Tito, ma lei è un "cazzaro professionista"?

Lei deve solo ammettere che gli arbitri dovrebbero smetterla di fare le "star", compito se mai che spetta solo ai giocatori, e di restare "inerti" , piu' o meno come un "palo" o una "traversa", che non pensano. Il regolamento si applica e non si interpreta, dato che la maggior parte di loro hanno grandi difficoltà anche in questo.

Comunque, se non vi va' di andare ad arbitrare per 24 euri e per questo non vi sentite appagati, state a casa a giocare con la playstation, c'e' ne faremo una ragione e probabilmente troveremmo una soluzione all'arbitraggio, più equa e precisa di quella vigente.!!

[SM=g27993]

Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 2:52 AM.
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com